Subscribe

RSS Feed (xml)



Powered By

Skin Design:
Free Blogger Skins

Powered by Blogger

lunedì 5 gennaio 2009

Facebook ed i suoi metodi di censura

Ho letto su Repubblica.it ed altri siti come questo la notizia della censura effettuata dal team di Facebook alle foto che ritraevano donne che allattavano.
Perchè offendevano la morale sessuale degli utenti di Facebook.

Quegli stessi utenti che creano gruppi per inneggiare a Toto Riina, alla mafia, o per denigrare altre persone o altre città (provate ad effettuare una ricerca con la parola chiave "odio").

Bah, non ho altro da aggiungere se non il disgusto per certe stupide decisioni come questa.
L'immagine di un bambino allattato al seno della propria mamma è quanto di più tenero vi possa essere, esprime l'amore che una madre ha per il proprio cucciolo, ritrae quella che è la vita di noi tutti, della nostra stessa specie: la vita che passa di madre in figlio e che permette alla nostra società di continuare ad esistere.

Non ho mai amato il faccialibro, da qualche giorno lo apprezzo ancor meno.

5 commenti:

Bietolina ha detto...

Ho letto anche io......al giorno d'oggi le cose che dovrebbero essere piu' naturali da vedere son censurate per scontro ci abituano a vedere c...i t.... ecc ecc al vento in tv

Mommyblogging italiano ha detto...

io sto seriamente pensando di cancellarmi da faccialibro proprio per questi motivi! ne ho scritto anche per liquida e per documentarmi ho letto davvero robe da chiodi!!!!
ciao
panz

Rossana ha detto...

Io mi sono iscritta ai gruppi contro questa storia, esistono anche su Fb.

Arianna ha detto...

Rimango allibita...ma mi viene da pensare che siano delle mosse per farsi ancora più pubblicità!

Ilaria ha detto...

Ogni tanto nasce questa polemica, come per es. si discute se una donna possa o meno allattare "in pubblico", per es. ricordo polemiche di questo tipo in Spagna o negli Usa, sul fatto che le mamme che magari andavano per negozi col pargolo, ogni tanto avevano bisogno di allattarlo, ma non andava bene neanche se si appartavano chessò in un camerino, perchè "potevano turbare i clienti".
Ora io dico: abbiamo sott'occhio tutti i santi giorni seni e sederi delle "belle" di turno, basta accendere la tv o guardare la pubblicità per strada: ma se è il seno di una donna che allatta (cioè una delle cose più belle, pacifiche e naturali che ci siano)... la gente rimane turbata.
Questa cosa mi fa davvero riflettere molto... :-(