Subscribe

RSS Feed (xml)



Powered By

Skin Design:
Free Blogger Skins

Powered by Blogger

mercoledì 4 febbraio 2009

Pediculosi... e che e'???

"Si sono verificati casi di pediculosi. Si prega di controllate i vostri bambini".

Ho visto diverse volte questo cartello affisso sulla porta d'entrata della scuola materna e piu' volte mi ero chiesto cosa ci fosse dietro quel termine alquanto misterioso, finche' ho deciso di chiedere lumi all'esperta di casa e cosi' ho scoperto che altro non si tratta che... di semplici pidocchi.

Facendo qualche ricerca sul web ho scoperto che la pediculosi non colpisce solo il capo, ma anche il pube ed altri parti del corpo (questo solitamente accade negli adulti).

Nei bambini l'effetto piu' conclamato riguarda i capelli.
Sara' capitato un po' a tutti noi di avere avuto i pidocchi da piccoli, quando frequentavamo l'asilo o la scuola elementare.

I rimedi sono diversi: usare il pettine apposito per ripulire i capelli dai pidocchi e dalle loro uova, e/o utilizzare una tra le diverse lozioni disponibili sul mercato.
E poi evitare il contatto con altri bambini per eliminare o limitare il diffondersi di questi fastidiosi parassiti.

Un male minore per i nostri bambini col quale tuttavia prima o poi tutti ci dobbiamo misurare, meglio quindi arrivare preparati all'appuntamento.

Noi per ora l'abbiamo scampata... per ora.

5 commenti:

desian ha detto...

Questa della pediculosi scatena davvero reazioni opposte: chi non si fa troppi problemi e saggiamente affronta il problema se solo si dovesse presentare e chi invece crede che sia una tragedia di proporzioni bibliche che va "ripulita" col furor divino, mettendo a ferro e fuoco le teste di chiunque capiti a tiro. A noi, fino ad oggi, non è mai capitato ma chissà da che parte staremmo...

Rossana ha detto...

Da noi, non è ancora apparso il famigerato cartello. Spero di non vederlo mai!

Daddy SuperMaxiEroe ha detto...

Anche da noi è apparso alla materna lo stesso cartello (con le tue medesime perplessità terminologiche) per due anni, ma non ci ha mai colpiti. Credo che se fosse capitato, non ne avrei fatto una grande problema, ma avrei affrontato la cosa con calma. Al massimo, a mali estremi, estremi rimedi, avrei tagliato i capelli a Scritch (non a zero!!!)...

Alessandra ha detto...

Se vai un po' indietro nel mio blog ne ho parlato, io uso il tea tree oil. per ora pare funzionare ma non lo dico ad alta voce.
ciao

mammaalquadrato ha detto...

Cosa ti devo dire, io da bambina non li ho mai presi, non sapevo nemmeno come fossero fatti e alla veneranda età di 32 anni (al 5° mese di gravidanza) ho scoperto di essermeli beccati (io sono convinta sulla metropolitana ma ancora non me ne faccio una ragione). Non ti dico che scene ho fatto e pensa che avevo chiamato persino la ginecologa per sapere se il prurito alla testa fosse in qualche modo legato alla gravidanza! che vergogna!!!