Subscribe

RSS Feed (xml)



Powered By

Skin Design:
Free Blogger Skins

Powered by Blogger

sabato 28 febbraio 2009

Aerosol, che cos'è?

L'aerosol è una realtà con la quale, volenti o nolenti, prima o poi tutti i genitori hanno a che farci. Anche noi rientriamo in questa categoria.

Per vari problemi alle via aeree come bronchiolite, sinusite, asma, rinite e bronchite (ed altri ancori), la somministrazione dei farmaci per via inalatoria è infatti particolarmente adatta nei bambini piccoli, specialmente sotto i 2 anni di età.

Gli apparecchi per l'aerosolterapia sono di 2 tipi: ad ultrasuoni e pneumatici.

Gli apparecchi ad ultrasuoni per aerosolterapia hanno il grande vantaggio di essere molto meno rumorosi di quelli pneumatici, ed inoltre vantano una maggiore rapidità di nebulizzazione, quindi il trattamento risulta più veloce.
D'altra parte costano decisamente di più e sono molto più delicati di quelli pneumatici, che risultano sì più rumorosi e spartani ma anche molto più resistenti all'uso continuato.

Basta chiedere informazioni nella propria farmacia per riscontrare queste informazioni.

Molto importante nell'utilizzo dell'aerosolterapia è però il come la si fa.
Bisogna infatti che il bambino sia partecipe, che respiri constantemente a fondo e che la terapia non sia continuamente interrotta.
Purtroppo nei bambini piccoli questo non sempre è possibile, perchè il bambino si annoia, si spaventa, non riesce a stare fermo, o perchè più semplicemente non riesce ad accettare il trattamento.

L'alternativa va ricercata con l'aiuto del proprio pediatra, si può ricorrere ad altre forme di trattamento come supposte o sciroppi.

Ulteriori informazioni su:
- Mammaepapa.it
- Saninforma.it
- FAQ sull'aerosol

Post su alcune malattie:
- Varicella
- Morbillo
- Otite
- Vaccinazioni

3 commenti:

Bietolina ha detto...

io detesto preparare la macchinetta (a pistoni perchè le mie medicine nn vanno su quell'altra) ma adoro addormentarmi con l'areosol fin da piccola :P

Trilly ha detto...

aerosol...da quando sono nate le gemelle è uguale a: brivido ghiacciato lungo la schiena accompagnato da un'improvviso arresto della circolazione sanguigna per me ed Enrico, per le bambine invece è uno dei giochi più divertenti che esistano...e a questo punto credo siano in combutta col pediatra che continua infaticabile a prescriverlo ad ogni colpo di tosse!!!
ma esiste un club per genitori contro quell'arnese malefico???

Vanylla ha detto...

Io al "mio" nano lo faccio mentre dorme...se ha il ciuccio uso solo l'attrezzino per il naso...altrimenti la maskerina...altrimenti da sveglio lui morde e rosicchia tutto...il vantaggio è che per farlo lo tiene in bocca...solo diventa una lotta e una faticaccia...il fattore positivo di quel areosol è che è da viaggio..quindi molto leggero e riesco ad appoggiarlo sul lettino..senza dover sollevare il mattone (tipo quello che usavano per me)!

Per quanto mi riguarda preferisco una puntura che quella patina amarognola che si forma sulla bocca...e poi è di una noiaaaa...